Curricolo: cura ed educazione


Come modulare gli interventi nella consapevolezza che cura, educazione, apprendimenti sono interconnessi

Lo stra-ordinario quotidiano: la cura della comunicazione corporea e della relazione adulto-bambino

Nidi d’Infanzia a gestione diretta del Comune di Firenze

Il presente lavoro nasce come elaborazione di esperienze e riflessioni che da anni vengono condotte in alcuni nidi d’infanzia del Comune di Firenze, e che hanno assunto il concetto di cura come filo conduttore, sia a livello di intervento pedagogico, che di pratica quotidiana.

La lettura di diversi articoli e testi sulla centralità del concetto di cura nell’attuale paradigma pedagogico, alcuni corsi di formazione sull’empatia nella relazione adulto- bambino, la prospettiva di nuovi percorsi formativi sull’autoriflessione professionale in relazione alle emozioni suscitate dai bambini nei loro caregivers, tutto ciò ha costituito la condizione per un ulteriore approfondimento, per il coordinamento pedagogico e per alcuni gruppi di lavoro, sulla riflessione teorica, da un lato, e per una rilevazione con video delle pratiche quotidiane di cura, dall’altro.

0 comments

Ri – Viviamo il giardino

“Riviviamo il Giardino” nasce da alcune esigenze concrete:
Sistemare e migliorare le strutture ed i giochi presenti nel giardino del nido, per renderli adatti e maggiormente stimolanti per i bambini;
Attivare un percorso formativo, capace di innescare un concreto cambiamento e “scardinare” il modo di pensare degli educatori. Il nostro obiettivo era modificare le attività proposte quotidianamente all’interno del nido, dare una nuova caratteristica al lavoro educativo, modificare l’approccio e la metodologia di lavoro ed avere un riscontro reale nella progettazione educativa;

Fare in modo che la partecipazione dei genitori fosse reale, concreta e potesse creare una naturale connessione tra nido e casa;

Dare la possibilità ai genitori di vivere il nido come protagonisti attivi, capaci di fare qualcosa di concreto per il nido e per i bambini.

0 comments

Spazio conciliazione

Il progetto dello “Spazio conciliazione” è stato promosso dal Comune di Milano, dal Settore Sport Benessere Qualità della vita in collaborazione con il Settore Servizi all’ Infanzia, nell’ ambito del “Piano Territoriale per la conciliazione dei tempi vita lavoro”.

L’iniziativa ha preso avvio nel mese di settembre 2012 come sperimentazione pilota nei servizi all’ infanzia della Unità Educativa n. 39, Zona Navigli.

Il progetto coinvolge i genitori, i nonni, i bambini, gli educatori e il personale ausiliario di due scuole infanzia ( via Crollalanza, 15 e Alzaia N Grande, 22), due nidi ( via Gola, 23 e via Argelati, 25) e una sezione primavera ( via Crollalanza, 15).

Durante il primo anno il progetto si è avvalso della collaborazione di Radio Mamma con la realizzazione di un questionario che aveva lo scopo di rilevare i bisogni e le esigenze delle famiglie nella conciliazione dei tempi vita lavoro.

0 comments

Coordinatore

Laura Franceschini

Psico-pedagogista. Dalla fine degli anni 70 ha coordinato diversi nidi aziendali e nidi convenzionati. Da molti anni ha svolto attività formativa per il personale educativo dei servizi alla prima infanzia presso varie amministrazioni locali sparse nel territorio nazionale. Attualmente dirige il Centro Nascita Montessori di Roma.

0 comments

Verbalizzatore

Luigina Splendiani

Mi chiamo Luigina Splendiani, sono nata a Campofilone (Fermo) il 20/05/1953 e vivo e lavoro a Pescara come educatrice d’infanzia (Asilo Nido Comunale). Sono promotrice della Legge Regionale 76/2000 con Anna Ferrante ed altri. Nel 2000 raccolta di firme consegnata a Luciano Violante all’ora presidente della Camera dei Deputati. Nel luglio 2015 incontro con la […]

0 comments

Altro punto di vista

Giuseppina Messetti

Docente di Didattica e Progettazione educativa presso il Corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e Magistrale in Scienze pedagogiche dell’Università di Verona. email: giuseppina.messetti@univr.it

0 comments