Curricolo: contenuti culturali


Come affrontare i contenuti che preoccupano o fanno paura

Una Traccia per Un Percorso

Un percorso che si sviluppa in un contesto sociale che è tale perché si impara con gli altri, gli “altri” educatori, che sono responsabili dei processi educativi che attivano e gli “altri” pari, che con le loro diverse caratteristiche contribuiscono alla presa d’atto progressiva delle proprie e delle altrui specificità. Un percorso che deve considerare la peculiarità dei diversi momenti evolutivi nei quali l’apprendimento si svolge, momenti che vedono un progressivo passaggio dall’imparare facendo, alla capacità sempre maggiore di riflettere e formalizzare l’esperienza. Il curricolo diventa il cuore didattico del Piano dell’Offerta Formativa, predisposto dagli Educatori a partire dalle ‘Indicazioni’ ed elaborato poi nei Servizi all’interno delle singole progettazioni. Sentendo forte quindi la responsabilità di definire un curricolo coerente e di effettuare proposte adeguate si è arrivati a domandarsi come, come rendere fruibile e verificabile il fare quotidiano in un’ottica curricolare 0-6.

0 comments

Il posto delle fragole: accompagnare bambini, famiglie e gruppi educativi ad affrontare lutti e perdite

La società odierna elude dolore e sofferenza rifugiandosi molto spesso nell’evitamento dell’angoscia di morte per affrontare in modo vitale la quotidianità. Tuttavia tale strategia rischia di divenire alibi socialmente condiviso per evitare di pensare alla morte anche quando gli eventi della vita portano ad incontrarla, rinchiudendosi in una indicibilità che rischia di lasciare angosciati gli adulti e profondamente disorientati i bambini.

Pertanto obiettivo di un Nido che vuole essere supporto vero alla genitorialità, specie nei momenti critici in cui gli equilibri delle dinamiche familiari sono duramente messi alla prova, è quello di garantire uno spazio che consenta a tutti gli adulti che concorrono allo sviluppo dei bambini un percorso di esplicitazione e contenimento di modo che vi sia rispetto del dolore di ciascuno, delle scelte familiari, dei tempi di ogni nucleo nell’incontro con una rete socio-educativa consapevole e sensibile.

0 comments

Noi parliamo tante lingue

Il programma pluriennale di azioni “Noi parliamo tante lingue”, promosso dal Servizio Educativo Integrato 0- 6 anni ha rilanciato a diversi livelli e in più direzioni la riflessione sull’apprendimento e l’uso delle lingue nelle scuole dell’infanzia comunali, con particolare attenzione alla molteplicità di codici di comunicazione che caratterizzano le città plurali come la nostra.

La scelta di operare sul tema delle lingue e di differenziare gli interventi in relazione agli obiettivi, ai differenti gruppi di beneficiari e alle specifiche esigenze, nasce dalla riflessione avviata all’interno dell’Area Servizi Educativi sulla peculiare funzione che i Nidi e le Scuole dell’Infanzia possono rivestire nella nostra Città che, come molte altre, ha subito veloci e massicce trasformazioni e in cui la coesione sociale rappresenta una sfida strategica.

0 comments

Coordinatore

Loredana Bondi

Già docente e dirigente scolastica presso il Ministero della Pubblica Istruzione, docente di Metodologia didattica nei Corsi biennali di Specializzazione per l’integrazione presso Università di Ferrara; già Direttrice dell’Istituzione servizi educativi, scolastici e integrativi del Comune di Ferrara. A tutt’oggi libera professionista componente del Gruppo Nazionale Nidi Infanzia

0 comments

Verbalizzatore

Monica D’Agostino

Nata e residente a Teramo il 9 Settembre del 1972 . Sono titolare del Nido Privato “Pollicino” di Pineto , accreditato alla Regione Abruzzo, attivo dal 2003 e nel quale da allora svolgo il ruolo di Coordinatrice pedagogica e Responsabile del Servizio. Nel 2013 ho promosso la costituzione del Coordinamento Pedagogico Territoriale “Costa Sud Provincia […]

0 comments

Altro punto di vista

Ombretta Zanon

Psicologa e psicoterapeuta, dottore di ricerca, attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento FISPPA (Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata), consulente psicopedagogica e formatrice, con particolare riferimento all’area del sostegno alla genitorialità e alla vulnerabilità familiare, ex insegnante.

0 comments