Curricolo: bambini nei gruppi


Perché e come ripensare la composizione e la dimensione dei gruppi (gruppi omogenei, eterogenei, aperti, variabili in relazione a …)

Lavorare a sezioni aperte e oltre…

Il percorso formativo e didattico delle scuole dell’infanzia della rete del Centro Risorse Territoriale di Fossano

Il Centro Risorse di Fossano (Cn) – costituito in rete dal I° e II° Circolo Didattico di Fossano, dalla scuola Media “Sacco-Boetto-Paglieri” e gertosio01dall’Istituto Comprensivo di Benevagienna, riconosciuto dal Ministero e istituzionalizzato a partire dall’a.s. 2000/01 – si pone come laboratorio di formazione e di ricerca a sostegno del lavoro dei docenti in continuità con la scuola di base, i servizi 0-6 e con le agenzie educative presenti sul territorio fossanese.

0 comments

Senza Zaino e dintorni: un supporto per definire l’identità

“Senza Zaino” è un modello di scuola innovativa che nasce nel 2002 a Lucca per poi diffondersi in Toscana e nelle varie regioni d’Italia. È un modello che si fonda su valori che le Scuole dell’Infanzia comunali di Imola riconoscevano già come propri: OSPITALITÀ, RESPONSABILITÀ, COMUNITÀ. Non è un modello predefinito, ma un percorso di ricerca – azione in continuo cambiamento, quindi generativo.

Senza Zaino pone enfasi sull’organizzazione dell’ambiente formativo nella sua interezza, sapendo che si apprende più dall’ambiente, ovvero dal contesto inteso anche come comunità, che dal singolo insegnante1. L’ambiente è visto come un sistema complesso fatto di una struttura materiale, l’hardware, e di una struttura immateriale, il software. La connessione di hardware e software, da cui scaturiscono le attività e le pratiche, è fatta oggetto di ricerca e di continua progettazione. Questa attenzione all’ambiente formativo è definita Approccio Globale al Curricolo

0 comments

Crescere tra i bambini – Documentare la socialità

Nido Lago Mago- Pistoia

L’esperienza si colloca all’interno del nido Lago Mago del Comune di Pistoia, che accoglie 65 bambini divisi in tre gruppi: piccoli, medi e grandi; ognuno con i suoi spazi per le attività e le routines.

La documentazione nasce all’interno di un percorso di ricerca e formazione fatto in collaborazione con il gruppo di Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione , percorso teso a approfondire il tema della socialità tra bambini , a partire dall’esperienza vissuta e soprattutto dalla riflessione su questa esperienza.

Durante il percorso di ricerca e formazione, il tema della socialità è stato analizzato da diverse prospettive, che hanno cercato di mettere a fuoco in cosa consista una buona esperienza sociale tra bambini.

0 comments

Coordinatore

Maria Antonietta Nunnari

Pedagogista e formatrice, svolge la funzione di Responsabile Pedagogico presso la Direzione Cultura, Educazione e Gioventù della Città di Torino coordinando Nidi e Scuole dell’Infanzia. Impegnata da tempo nel Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia e nella sua espressione locale in Piemonte, è attualmente membro della Segreteria Nazionale.

0 comments

Verbalizzatore

Beatrice Saladino

Nata a Palermo il 23/05/1969, consegue la laurea in Scienze della Formazione, presso l’Università degli Studi di Palermo. Lavora dal 1992 al Comune di Palermo come educatrice/ referente pedagogica presso l’asilo nido “Il Melograno”.

0 comments

Altro punto di vista

Elisabetta Musi

Ricercatrice di Pedagogia Generale e Sociale presso l’Università Cattolica (sede di Piacenza). È membro dell’Osservatorio Nazionale per l’infanzia e l’adolescenza e dell’International Step by Step Association. Svolge da anni attività di ricerca e formazione sui temi della nascita, della vita emotiva, della cura educativa e della differenza di genere.

0 comments